ll Green Pass non basta!

Vai ai contenuti

ll Green Pass non basta!

HOTEL & TOURISM MANAGEMENT GROUP
Pubblicato da Mino Reganato in Turismo · 13 Giugno 2021
Tags: travelturismoviaggimarketingproductwanderinginitaly
ll Green Pass non basta: ora bisogna rimuovere tutte le restrizioni e uniformare le regole per salvare l’estate del turismo europeo soprattutto in merito a eventuali viaggi in zone rosse o arancioni e a norme comuni per i bambini e i tamponi.
Alla luce della rapida avanzata delle campagne di vaccinazione e dei programmi epidemiologici in Europa, è tempo, secondo l’industria del travel, di far sì che quest’estate sia possibile viaggiare in sicurezza e di implementare la recente approvazione del Green Pass.
Le regole da condividere sono state pienamente riconosciute dalle associazioni e sono le seguenti:
Le persone completamente vaccinate possono viaggiare senza test o quarantene, da 14 giorni dopo aver completato la loro vaccinazione;
Le persone che si sono riprese dal Covid-19 possono viaggiare ugualmente senza essere sottoposte a test o messe in quarantena, 180 giorni dopo il test positivo;
Per gli altri viaggiatori, il viaggio dalle zone verdi dovrebbe rimanere possibile senza alcuna restrizione, e viaggiare dalle zone arancioni e rosse dovrebbe essere possibile senza quarantena, sulla base di un test negativo.
Gli Stati membri dovrebbero adottare un approccio uniforme per accettare un risultato negativo del test Pcr 72 ore prima dell’arrivo e 48 ore in caso di test antigenici rapidi.
Regole unificate per i bambini: i minori che accompagnano i loro genitori non dovrebbero testare/mettere in quarantena dove i genitori non sono tenuti a farlo. I bambini sotto i 6 anni dovrebbero essere esenti da test.
Aumento delle soglie della mappa dell’Ecdc (tasso di incidenza a 14 giorni per la categoria “arancione” aumentato da 50 a 75).
È possibile dimostrare la vaccinazione, il recupero da Covid-19 o un risultato negativo del test producendo un Certificato Digital Covid (ovvero il Green Pass) o con altri mezzi, fino a quando il Dcc non è disponibile (1° luglio 2021).
C’è da ricordare che l’Ue ha previsto un sistema di emergenza in base al quale se lo status di una regione si deteriora rapidamente a causa di un’elevata incidenza di varianti con conseguente cambiamento in “scuro” rosso”, gli Stati membri dovrebbero imporre un test e/o una quarantena anche se i viaggiatori sono in possesso di un Dcc.
Questa è una mossa essenziale per ripristinare fiducia dei viaggiatori e riaprire l’Europa. Crediamo che la Commissione Europea abbia fatto la sua parte, ed ora l’industria è pronta a garantire viaggi sicuri e responsabili, però abbiamo bisogno che gli Stati membri agiscano in fretta. Per garantire che tutti i cittadini europei che desiderano viaggiare nel prossimo periodo possano farlo sotto le migliori condizioni possibili, si sollecitano gli Stati membri a concordare rapidamente e attuare pienamente le raccomandazioni della Commissione”.
Fonte L'Agenzia di Viaggi 9/6/2021




0
recensioni
Hotel & Tourism Management Group srls
Spigno Saturnia (lt) - italia  p.iva 02831370594
Torna ai contenuti